PROGETTO GIOVANI AL PALO: ANCORA NESSUNA RISPOSTA DALL’ASSESSORE NOCETTI


Il tanto declamato e reclamizzato progetto giovani, nei fatti, non decolla. Si tratta di una circostanza lampante e oggettiva. Da qui nascono le mie legittime critiche politiche nei confronti dell’assessore Nocetti, che nulla hanno a che vedere con il rispetto delle persone e delle istituzioni. Critiche che, ogni qual volta lo riterrò necessario, continuerò a rivolgerle cercando di interpretare al meglio il mio ruolo di consigliere di opposizione.

Non mi spaventano minimamente le peraltro poco velate minacce dell’assessore finalizzate a farmi tacere, ennesima dimostrazione di arroganza (politica, s’intende) e di inconcludenza amministrativa. Così, per gettare fumo, si predilige il terreno dello scontro personale invece di entrare nel merito delle questioni, forse per carenza di argomenti concreti.

“Ciocapiat” è un termine dialettale dall’origine poco nota. Alcuni affermano derivi da coloro che sbattono i piatti nelle bande comunali, in occasione delle sagre paesane.Altri rimandano all’abitudine di sbattere il cucchiaio sul fondo del piatto mentre mangiano, creando così disturbo fra i commensali.Comunque sia, il senso “figurato” del termine è chiaro: una persona che fa tanto chiasso (come quando si sbattono piatti o posate) per ottenere poco o niente. Dunque, una persona inconcludente.

E’ proprio a questa interpretazione a cui mi sono rifatta per affermare ancora una volta che del progetto giovani non si vede ancora nulla. Solo parole, parole, parole.

Le altre interpretazioni, ritenute erroneamente offensive, sono frutto della palese difficoltà ad ammettere l’evidenza e della volontà di negare il dibattito su un tema scomodo.

Giulia Pigoni, Consigliere Comunale PD Sassuolo

Annunci