“Con Matteo verso il congresso..”


renzi modena

Sassuolo – Non piace la definizione i “renziani”, ma se si parla del comitato che sostiene la candidatura a segretario nazionale del Pd del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, Giulia Pigoni è decisa: «Noi siamo il comitato ufficiale di Sassuolo ». Eppure navigando in rete se ne trova un altro: «Direi che non sono iniziative attendibili – taglia corto il consigliere comunale del Pd – noi siamo nel partito, e Renzi ha scelto di rimanere in esso, nonostante le tante spinte a fare altro. Sarebbe meglio non attribuirsi ruoli che non ci sono, avendo in passato fatto scelte diverse e fuori dal partito». Chiaro il riferimento ad Alessio Pecoraro, ex segretario del partito Democratico sassolese, che anima l’altro comitato renziano della città. Certamente in vista delle elezioni del prossimo anno, avere un fronte spaccato anche fra chi sostiene la stessa cordata congressuale, potrebbe complicare ancora la scelta del candidato. «Non abbiamo ancora un nome – precisa Giulia Pigoni – valuteremo tutti quelli che scenderanno in campo. Ragioneremo anche sull’unico in gioco per ora, ovvero quello di Claudio Pistoni, attuale sindaco di Fiorano. Ma credo che sia probabile la soluzione delle primarie per scegliere democraticamente». Del resto la corsa per la poltrona di sindaco si incrocia con quella di segretario cittadino, ora che si apre la stagione congressuale a tutti i livelli. Ma l’ipotesi di invertire l’ordine e fare i congressi locali prima di quello nazionale, come sta emergendo da qualche esponente modenese, non convince la referente locale dei comitati pro Renzi: «Meglio prima decidere la guida nazionale del partito – precisa – dove mi auguro avverrà il cambio di direzione sperato. Sarebbe complicato fare il contrario, e scegliere localmente quando il quadro generale è ancora confuso». Quindi per ora Sonia Pistoni, segretario del Pd Sassolese, può dormire sonni tranquilli, sebbene sia sul fronte di chi ha sostenuto alle ultime primarie, Pierluigi Bersani: «Credo abbia fatto anche molte cose buone nel suo ruolo – precisa Pigoni – e poi oggi con tutti i riposizionamenti a cui assistiamo soprattutto qui in Emilia Romagna, è difficile ragionare con gli schieramenti di quasi un anno fa. Dal nostro punto di vista sarebbe meglio affrontare la scelta del nuovo segretario cittadino dopo le amministrative di maggio 2014. Magari, sempre che Sonia sia d’accordo, chiedendole di restare al suo posto fino a dopo il turno elettorale». Insomma per ora nessun nome, né come segretario, né per il sindaco, neppure quello di Claudio Medici, presidente della Cna locale: «non vogliamo bruciare nessuno – conclude – ma non escludiamo nulla, neppure un candidato civico».

[ Prima Pagina, 14/09/2013 ]

Annunci