25 novembre 2015


Si è svolta questa mattina a Sassuolo, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza alle Donne, la marcia silenziosa dal titolo “In silenzio per rompere il silenzio”, organizzata dagli assessorati alle Pari Opportunità dei comuni di Sassuolo, Formigine, Fiorano e Maranello in collaborazione con gli Istituti scolastici superiori del territorio.

I ragazzi delle scuole superiori, assieme agli insegnanti ed agli Assessori, si sono ritrovati in piazzale Porrino per poi giungere in piazzale Della rosa attraverso una marcia silenziosa che ha attraversato il centro della città: da via Marini a via Cavallotti, via Fenuzzi e piazza Garibaldi, via Battisti e via Rocca per terminare, appunto in piazzale Porrino dove, come lo scorso anno, è stata sistemata l’istallazione di “scarpe rosse” che stanno a ricordare tutte le donne vittime di violenza.

Oltre all’intervento degli Assessori ed alle letture di alcuni ragazzi, in piazzale Porrino la giornata, accompagnata dall’intervento musicale della Banda La Beneficenza di Sassuolo ha visto anche l’intervento di Amanda Zanni, psicologa del Centro d’Ascolto donne in difficoltà dell’Unione che, oltre alla testimonianza di alcune donne che si sono rivolte al Centro d’Ascolto, ha anche riportato i dati relativi al 2015 del Centro d’Ascolto Donne in difficoltà presente in tutti e quattro i comuni: nel corso del 2015 si sono rivolte al centro d’ascolto 76 donne di cui 36 hanno denunciato di essere vittime di violenza all’interno delle mura di casa. 14 di loro hanno chiesto al Centro d’Ascolto di essere aiutate ad allontanarsi da casa.

 

Annunci