Utilizzare la forza delle parole per giustificare e difendere chi compie atti di violenza è un problema culturale


Nelle tante storie che ho ascoltato, in prima persona o attraverso giornali e televisione, mi ha sempre colpito il modo in cui la violenza viene raccontata.

Credo che questo sia uno dei nodi più urgenti da affrontare, ed è anche per questo che ho presentato una risoluzione per impegnare la Giunta della Regione Emilia-Romagna ad attivare un monitoraggio delle modalità con cui i media trattano questi episodi, segnalando all’Ordine dei Giornalisti chi colpevolizza le vittime violando il codice deontologico.

Utilizzare la forza delle parole per giustificare e difendere chi compie atti di violenza è un problema culturale ancora troppo radicato, che va risolto senza se e senza ma.