OGGI A BOLOGNA E MODENA PER LANCIARE LA CAMPAGNA ELETTORALE

Stamattina a Bologna con Stefano Bonaccini, Carlo Calenda, Matteo Richetti e i candidati di #Azione nella lista #BonacciniPresidente poi al Caffè Concerto a Modena per lanciare questa campagna elettorale. Per me è un grande onore correre per cercare di portare il nostro territorio in Regione. Le prossime saranno settimane toste, ma bellissime.. spero sarete con me! #BonacciniPresidente #scriviPigoni #SiamoQuelloCheFacciamo #UnPassoAvanti #elezioniregionali

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio al chiuso

 

DA PARCHEGGIO A PARCHEGGIO: quando manca il coraggio e la visione

DA PARCHEGGIO A PARCHEGGIO: quando manca il coraggio e la visione
Un’ occasione storica persa per la città di Sassuolo. Non troviamo altre parole per definire la scelta che
l’amministrazione attuale ha fatto sul progetto di riqualificazione di piazza Martiri Partigiani.
Oltre 2 milioni di euro, ottenuti dall’amministrazione Pistoni dal Ministero per i beni culturali (progetto
Ducato Estense) e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Con la volontà precisa di riqualificare il
centro cittadino e di rinnovare e abbellire il cuore storico della città, con una piazza che volevamo
pedonalizzata nella parte più antica, dal cannocchiale a via Cavallotti, e con l’obiettivo di arrivare al suo
pieno recupero; operazione da fare insieme alla la riorganizzazione dei parcheggi, anche intorno alla
piazza, e l’aiuto ai privati per la riqualificazione delle facciate. L’amministrazione Menani spenderà questi
soldi per rifare un parcheggio. Purtroppo è la prova della mancanza di coraggio di questa Amministrazione,
la mancanza di visione che invece accomuna le piccole e grandi città più evolute, in Italia e nel mondo.
Vicino a noi, ci sono esempi di città che dimostrano come, volendo, si possano coniugare gli interessi dei
cittadini, dei commercianti e, perché no, dei turisti. Perché non è assolutamente vero che i centri storici (e
anche non storici) delle città per sopravvivere devono essere soffocate dal traffico e dall’inquinamento.
Siamo consapevoli che la bellezza storica della vecchia piazza Grande non si potrà riavere; ma pur tenendo
presenti le esigenze di oggi, tanto si può fare e tanto si può recuperare a Sassuolo. Noi ci abbiamo creduto,
e abbiamo reso più accessibile piazzale della Rosa, e del tutto libero dalle macchine. Abbiamo riaperto il
passaggio del Fontanazzo, perché i sassolesi potesse godere quotidianamente di quella bellezza. Abbiamo
riqualificato piazzale Avanzini, destinato a parcheggio ma in condizioni estetiche e di uso completamente
diverse. Abbiamo lavorato, in accordo con la Direzione Museale, per avere i fondi per la riqualificazione del
Giardino Ducale, e i restauri della facciata sud. Insomma, abbiamo creduto che Sassuolo, città sicuramente
trasformata dalla sua vocazione industriale, potesse però ricordarsi di essere stata cittadina ducale: una
città che volendo potrebbe recuperare una parte della sua bellezza.
Ora invece si rinuncia a una parte importante di questo sogno: piazza Martiri Partigiani verrà rifatta, e con
una spesa così ingente, per tornare ad essere quello che è stato fino ad adesso: un grande parcheggio. Se
questa è la visione, perché non riasfaltarla semplicemente con una spesa decisamente inferiore?
L’amministrazione Pistoni aveva un altro progetto, che era stato presentato in Soprintendenza e che aveva
avuto un’approvazione condizionata, dopo un iter molto lungo, che è durato oltre un anno, fino marzo
2019, quando ormai la legislatura era agli sgoccioli. Ora la responsabilità è nelle mani della giunta Menani,
che ha stravolto completamente l’obiettivo che ci si era prefissati. Sarà ancora e sempre parcheggio, su
tutta la piazza. Qualcuno ci ha accusato di aver avuto poco coraggio e di non aver voluto avviare da subito
la completa pedonalizzazione della piazza; adesso invece dovremo fare i conti con la completa destinazione
a parcheggio. Non sarà certo una conquista.

 

GRUPPO CONSIGLIARE PD SASSUOLO

GETTONE DI PRESENZA PD 17 SETTEMBRE 2019

Il gruppo consiliare del PD ha deciso di versare il  gettone di presenza del consiglio comunale di martedì 17 settembre al Fondo di Solidarietà della Città di Sassuolo. ” La proposta, presentata dal consigliere Capezzera, di devolverlo al fondo destinato alla famiglia del carabinere Rega, vittima di un attacco la cui dinamica é ancora oggetto di indagine da parte della magistratura, non ci convince. Manifestiamo la nostra solidarietà alla famiglia della vittima, come è  giusto; ma riteniamo che non si possa intervenire su ogni singolo caso di vittime di violenza che accadono sul territorio nazionale. Non vogliamo pensare che questo caso che ha suscitato grande emozione e clamore mediatico,  anche per le tante ipotesi che hanno accompagnato le indagini sin dall’inizio, sia strumentalizzato per qualche minuto di visibilità. Per questo abbiamo deciso di versare il nostro contributo al fondo di solidarietà, conoscendo le tante necessità del nostro territorio e delle famiglie che lo abitano.

 

GRUPPO CONSIGLIARE PD SASSUOLO

 

Una scelta miope: no alla sede unica per gli uffici comunali Il PD: occasione persa, Via Rocca sarebbe stata la Casa delle Associazioni.

Una scelta miope: no alla sede unica per gli uffici comunali
Il PD: occasione persa, Via Rocca sarebbe stata la Casa delle Associazioni.

Il Consiglio di ieri sera ha riservato qualche sorpresa, tra lo striscione per Giulio Regeni eliminato dal Municipio perché “non neutrale” e il patrocinio negato alle iniziative antifasciste perché “di parte politica” (dobbiamo quindi supporre che per qualcuno l’antifascismo non sia un valore?), l’amministrazione Menani ha fatto votare la rinuncia alla sede unica degli uffici comunali. La proposta avanzata dalla precedente amministrazione prevedeva lo spostamento degli uffici comunali in viale Alessandrini (ad eccezione della sede di via fenuzzi 5). Operazione praticamente a costo zero per il Comune: l’investimento iniziale si sarebbe ripagato infatti in parte con le alienazioni, in parte (quella dei mutui) con i risparmi sugli affitti, e sulla spesa energetica.  Scelta che avrebbe consentito un efficientamento dei servizi al cittadino, che avrebbe potuto trovare in una sola sede anagrafe, uffici tecnici, ufficio tributi, centro per l’impiego, servizi scolastici, servizi sociali e culturali, servizio sport, etc (questione che è evidentemente sfuggita anche ai consiglieri di maggioranza) e una razionalizzazione degli spazi importante per la nostra città. La scelta di investire su uno stabile vuoto e in via di degrado, che sarebbe stato riqualificato, in centro, raggiungibile a piedi e dotato di grande parcheggio (in posizione strategica), avrebbe anche contribuito a rivitalizzare Via Cavallotti portando più cittadini in centro.
Dal punto di vista economico un investimento che sarebbe stato ripagato nel medio termine e che ci avrebbe impedito di continuare a pagare l’affitto nella sede dei Quadrati e nella sede del Centro per l’impiego, che ci avrebbe consentito di fare un investimento per più di metà del valore in permuta di beni immobili di difficile utilizzo attualmente, che avrebbe liberato gli stabili in Via Rocca, i quali sarebbero potuti diventare la Casa delle Associazioni.
Infatti sia il ragioniere capo che il direttore del patrimonio Dott. Faso, in una relazione di febbraio 2019, l’avevano studiata come un’operazione economicamente vantaggiosa nel medio periodo.
Quindi cosa è cambiato rispetto alla valutazione tecnica di questi due Dirigenti?
La prima occasione persa quindi, soprattutto perché priva di alternative, una rinuncia senza altre opzioni. Abbiamo deciso come Partito Democratico di votare contro a questa scelta che ci appare miope, e poco lungimirante. Sproneremo la Giunta nei prossimi mesi affinché venga portata in Consiglio con ipotesi per la razionalizzazione degli spazi perché questa è una necessità del futuro prossimo della nostra città.

 

GRUPPO CONSIGLIARE PD SASSUOLO

#sassuolo #elezioni

Votando Domenica vi ho chiesto di non limitarvi a rispettare la politica, ma di amarla. Oggi sarebbe più facile rimangiarsi tutto. E invece no. Amate la politica, anche quando vi delude, anche quando scrive pagine come quella di ieri. Io vi prometto che lo farò. Anzi, che lo farò un po’ di più. Lo farò dai banchi di quel consiglio comunale in cui siederò ancora grazie alla vostra fiducia. E vi prometto che non mancherà la mia voce per rappresentare la mia città. Grazie. E buon lavoro al nuovo Sindaco. #sassuolo #elezioni