Comunicato del gruppo consiliare del PD di Sassuolo in merito al fallimento della Martinelli

Siamo preoccupati per il fallimento del gruppo Martinelli, esprimiamo il nostro sostegno alle famiglie dei lavoratori in difficoltà, comprendiamo l’ansia e la frustrazione di questa fase. Un fallimento che deve far riflettere su questo periodo per il settore ceramico e meccanico, sulla sua stabilità e capacità di tenuta. È in un momento storico-geografico come questo che un’amministrazione pubblica deve saper proporre soluzioni concrete, è nelle situazioni più difficili che le istituzioni debbono dimostrare capacità di gestione, con delicatezza e sensibilità. Per questo risulta quanto meno imbarazzante che il Sindaco non abbia saputo proporre altro che il ricollocamento dei lavoratori in Russia. In soli due mesi la nostra città torna agli onori della cronaca nazionale non per fare parlare di meriti ed eccellenze, ma perché le sue massime Istituzioni non sono all’altezza delle situazioni che si trovano a dover affrontare. Le Istituzioni locali hanno un ruolo chiave in queste crisi. Forse non risolutivo, ma funzionale nei periodi di transizione. Serve competenza e, ancora di più, serve rispetto. Auspichiamo pertanto che il Sindaco si adoperi per una reale salvaguardia dei posti di lavoro, per la tutela di chi ha diritto ad un’occupazione senza trasferirsi a 3000 km di distanza, per essere davvero il “Primo Cittadino” capace di onorare il ruolo che i nostri concittadini gli hanno affidato.

GRUPPO CONSILIARE PD SASSUOLO

Annunci

Una scelta miope: no alla sede unica per gli uffici comunali Il PD: occasione persa, Via Rocca sarebbe stata la Casa delle Associazioni.

Una scelta miope: no alla sede unica per gli uffici comunali
Il PD: occasione persa, Via Rocca sarebbe stata la Casa delle Associazioni.

Il Consiglio di ieri sera ha riservato qualche sorpresa, tra lo striscione per Giulio Regeni eliminato dal Municipio perché “non neutrale” e il patrocinio negato alle iniziative antifasciste perché “di parte politica” (dobbiamo quindi supporre che per qualcuno l’antifascismo non sia un valore?), l’amministrazione Menani ha fatto votare la rinuncia alla sede unica degli uffici comunali. La proposta avanzata dalla precedente amministrazione prevedeva lo spostamento degli uffici comunali in viale Alessandrini (ad eccezione della sede di via fenuzzi 5). Operazione praticamente a costo zero per il Comune: l’investimento iniziale si sarebbe ripagato infatti in parte con le alienazioni, in parte (quella dei mutui) con i risparmi sugli affitti, e sulla spesa energetica.  Scelta che avrebbe consentito un efficientamento dei servizi al cittadino, che avrebbe potuto trovare in una sola sede anagrafe, uffici tecnici, ufficio tributi, centro per l’impiego, servizi scolastici, servizi sociali e culturali, servizio sport, etc (questione che è evidentemente sfuggita anche ai consiglieri di maggioranza) e una razionalizzazione degli spazi importante per la nostra città. La scelta di investire su uno stabile vuoto e in via di degrado, che sarebbe stato riqualificato, in centro, raggiungibile a piedi e dotato di grande parcheggio (in posizione strategica), avrebbe anche contribuito a rivitalizzare Via Cavallotti portando più cittadini in centro.
Dal punto di vista economico un investimento che sarebbe stato ripagato nel medio termine e che ci avrebbe impedito di continuare a pagare l’affitto nella sede dei Quadrati e nella sede del Centro per l’impiego, che ci avrebbe consentito di fare un investimento per più di metà del valore in permuta di beni immobili di difficile utilizzo attualmente, che avrebbe liberato gli stabili in Via Rocca, i quali sarebbero potuti diventare la Casa delle Associazioni.
Infatti sia il ragioniere capo che il direttore del patrimonio Dott. Faso, in una relazione di febbraio 2019, l’avevano studiata come un’operazione economicamente vantaggiosa nel medio periodo.
Quindi cosa è cambiato rispetto alla valutazione tecnica di questi due Dirigenti?
La prima occasione persa quindi, soprattutto perché priva di alternative, una rinuncia senza altre opzioni. Abbiamo deciso come Partito Democratico di votare contro a questa scelta che ci appare miope, e poco lungimirante. Sproneremo la Giunta nei prossimi mesi affinché venga portata in Consiglio con ipotesi per la razionalizzazione degli spazi perché questa è una necessità del futuro prossimo della nostra città.

 

GRUPPO CONSIGLIARE PD SASSUOLO

Youth festival 2019

Si è conclusa anche questa edizione dello Youth festival e mi sento solo di dire, davvero di cuore, GRAZIE ai ragazzi di Pandora. Perché ci avete creduto sempre e avete sempre buttato il cuore oltre ogni ostacolo per realizzare una settimana di eventi che è diventata molto di più di una manifestazione giovanile: un luogo di ritrovo, capace di attrarre almeno 3 generazioni e un sacco di famiglie, oltre che tantissima gente da fuori. Grazie per lo sbattimento infinito che c’è dietro e perché avete cercato sempre collaborazione con tutti. Perché vi siete tirati dietro tutta Sassuolo. Grazie perché avete creato qualcosa che è diventato imperdibile per la nostra città. Non voglio dire altro, solo che per me è stato un grande piacere lavorare con voi! Avanti tutta e sempre! #youthfestival2019 #youthfestivalsassuolo #pandora

Giulia

 

#sassuolo #elezioni

Votando Domenica vi ho chiesto di non limitarvi a rispettare la politica, ma di amarla. Oggi sarebbe più facile rimangiarsi tutto. E invece no. Amate la politica, anche quando vi delude, anche quando scrive pagine come quella di ieri. Io vi prometto che lo farò. Anzi, che lo farò un po’ di più. Lo farò dai banchi di quel consiglio comunale in cui siederò ancora grazie alla vostra fiducia. E vi prometto che non mancherà la mia voce per rappresentare la mia città. Grazie. E buon lavoro al nuovo Sindaco. #sassuolo #elezioni