CENTRI ESTIVI 2020

Da subito siamo stati in prima linea nel chiedere risposte concrete e urgenti sul tema dei centri estivi e sulla gestione dei #bambini: la Regione Emilia-Romagna ha dettato la strada, inviando al Governo una proposta condivisa con esperti e Comuni, per ripartire entro giugno in piccoli gruppi e in condizioni di sicurezza.

I soggetti gestori si stanno organizzando, ma serve un semaforo verde in tempi rapidi dal Governo: sostegno alle famiglie e recupero della socialità dei bambini non possono più aspettare.

 RISPOSTA ALLA NOSTRA INTERROGAZIONE SUI CENTRI ESTIVI

🔴 RISPOSTA ALLA NOSTRA INTERROGAZIONE SUI CENTRI ESTIVI

Oggi durante la seduta della Assemblea legislativa con la collega Stefania Bondavalli abbiamo interrogato la Giunta in merito all’urgenza dell’organizzazione di Centri estivi, Grest e Centri Educativi per l’estate. Riteniamo infatti fondamentale trovare soluzioni concrete per le famiglie che si trovano in una condizione di incertezza alla partenza della #Fase2.

Abbiamo ricevuto una risposta positiva: si è aperto un dialogo con il Governo – il quale fino ad ora ha colpevolmente omesso di trattare il tema – nell’ambito del quale la Regione ha presentato una serie di proposte concrete per ripartire al più presto con i centri estivi.
Tra le misure in campo la suddivisione in piccoli gruppi, l’utilizzo di spazi aperti e la definizione di precise linee sanitarie, a partire dall’utilizzo dei dispositivi di sicurezza.
Infine, le risorse: è certo che per gestire progetti di questo tipo occorrerà più personale e quindi più fondi, che la Regione si è impegnata a mettere in campo per sommarli a quanto arriverà dal Governo. Presto quindi saremo nelle condizioni di dare regole chiare perché i nostri #ragazzi possano tornare alla socializzazione nei prossimi mesi estivi, permettendo ai genitori di rientrare al lavoro certi che i ragazzi siano al sicuro.